Tra le località di villeggiatura, su un colle di porfido ubicato in posizione strategica, si innalza Castelfeder, noto anche come Castelvetere. Castelfeder, una cupola spaziosa a struttura multipla, ha ospitato, nel corso dei secoli, un insediamento preistorico, romano e dell'Alto Medioevo. La Collina di Castelfeder è un vero luogo d'energia e, soprattutto in primavera, grazie alla sua posizione soleggiata, una popolare meta per piacevoli gite.

Della struttura originaria, si sono conservati fino ad oggi soprattutto tratti del muro di cinta con le famose "Kuchelen", in origine pensate come mura di difesa, e parti della cappella di Santa Barbara, la cui origine è databile al VI secolo circa. Inoltre, la soleggiata collina di Castelfeder è ricoperta da un'interessante vegetazione con querce secolari e un biotopo.
Chi visita la collina di Castelfeder non si deve perdere una sua particolarità: lo scivolo della fertilità, uno scivolo di porfido ripido e liscio, considerato il fulcro di un antico culto della fertilità, su cui le donne desiderose di procreare scivolavano a pancia in giù.
Sulla Collina di Castelfeder pascolano numerose capre che non mancano di entusiasmare i bambini.