L'area vacanze Bolzano Vigneti e Dolomiti è ricca di segreti, leggende e curiosità: una di queste sono gli Omini di Sasso. In Val Sarentino, sulla "Hohe Reisch", una cupola rocciosa alta 2000 metri, sorprendono l'escursionista dandogli il benvenuto oltre 100 personaggi fatti di sassi messi uno sull'altro volutamente, alcuni piccoli, altri a grandezza d'uomo, tutti ritti come soldati.

Ma come ci sono arrivati?
Un tempo forse gli omini servivano per indicare la strada? O magari sono stati i pastori, annoiati, a costruirli? Magari segnalavano un ritrovo di streghe o un luogo di culto dei celti? Intarsi nelle rocce e attrezzi di selce indicano effettivamente che il luogo era frequentato sin dall'Età della Pietra e poi anche nel Medioevo.

Culto delle streghe
Un documento del tribunale del 1540 dimostra che in questo luogo circa 500 anni fa si celebravano danze di streghe e feste sataniche. Intarsi antichissimi nelle rocce fanno supporre che secoli fa il belvedere fosse un luogo di culto celtico.